La grande Trieste – le visite per le scuole

Nell’ambito della mostra “La grande Trieste 1891-1914. Ritratto di una città” allestita presso il Salone degli Incanti ex Pescheria gli operatori didattici del Museo Revoltella e dei Musei civici di Storia ed Arte proporranno dei percorsi didattici progettati per accompagnare i più giovani all’approfondimento di un periodo storico molto importante per la storia di Trieste.  Infatti, in quel quarto di secolo che precedette lo scoppio della Grande Guerra,  a Trieste avvennero radicali cambiamenti che produssero un grande sviluppo economico ed edilizio e uno straordinario fermento culturale, ma determinarono anche tensioni sociali e lotte politiche molto aspre.

Mettendo insieme una vasta documentazione fotografica, carte d’archivio, giornali, reperti archeologici, opere d’arte, modelli navali, oggetti, strumenti e reperti naturalistici, la mostra si propone di ripercorrere quegli anni e di evidenziare i fatti e i personaggi più rilevanti, ma anche la molteplicità delle influenze culturali, utilizzando non solo le immagini ma anche le fonti letterarie, attraverso citazioni di James Joyce, Silvio Benco, Carolus Cergoly, Carlo Marchesetti, Scipio Slataper, ecc.

“La Grande Trieste” si articola in dieci sezioni, ospitate lungo le due navate laterali della ex Pescheria e così intitolate:
Sotto il segno degli Asburgo, La città immediata dell’Impero, La capitale dell’Adriatico asburgico, Proiezioni marittime della “Grande Trieste”, Scatola magica – luoghi della musica e dello spettacolo, La Trieste slovena, Sguardi sulla città, Nascita dell’archeologia,  Arte a Trieste tra Monaco e Venezia: “Una nuova e diversa scintillazione”, Assicurazioni Generali: Trieste fulcro di una leva internazionale.
Si inizia con le Istituzioni, lo Stato, la famiglia imperiale e il Municipio, per proseguire con il rapporto della città col mare (porto, compagnie di navigazione, studi naturalistici). La ricca vita teatrale triestina e le vicende letterarie sono illustrate da articoli di giornali, libri, riviste e altri materiali esposti in vetrine d’epoca lungo tutta la corsia centrale della ex Pescheria. La crescita urbana è testimoniata dalle immagini degli edifici più rappresentativi sorti in quegli anni, alle quali si contrappongono quelle delle eccezionali scoperte archeologiche fatte a Trieste alla fine dell’800. Il percorso si chiude con i momenti artistici più rilevanti di un periodo straordinariamente intenso per eventi e personalità.
I percorsi didattici possono svolgersi anche su più sedi, comprendendo, oltre alla mostra, un ulteriore approfondimento nei Musei Civici: Museo Revoltella, Museo Sveviano, Museo Sartorio, Museo d’arte orientale, Museo del Mare, Museo Teatrale, Museo del Risorgimento, Museo della Guerra per la Pace Diego de Henriquez, Museo di Storia Naturale.
Costo della guida: Euro 55 a gruppo in aggiunta al biglietto d’ingresso (esclusi i minori di 14 anni)
prenotazioni: serviziodidattico@comune.trieste.it / tel. 040-6754480 o didattica_revoltella@comune.trieste.it  tel 3491997159 – 3402479963
Apertura al pubblico: da domenica 8 febbraio 2015 a domenica 8 maggio 2015
da lunedì a giovedì 11.00_19.00 / venerdì e sabato 11.00_21.00 / domenica e festivi 10.00_19.00
Ingresso: intero € 6,00, ridotto € 4,00, gratuito fino a 14 anni