Notizie

Il terzo paradiso

Presentata stamane alla Centrale Idrodinamica l’iniziativa culturale che prende spunto dal progetto del “Terzo Paradiso” di Michelangelo Pistoletto, l’artista italiano tra i più rappresentativi in ambito internazionale, promossa da So Fresh e spazio5 artecontemporanea che hanno invitato giovani artisti under 35 a proporre un progetto per valorizzare l’area del Porto Vecchio di Trieste dandole una nuova immagine per il futuro. Sono intervenuti il segretario generale dell’Autorità Portuale, Mario Sommariva, Manuel Fanni Canelles per spazio5 artecontemporanea, gli assessori comunali all’Educazione Antonella Grim e alla Cultura Paolo Tassinari, e un rappresentante della regione Friuli Venezia Giulia.

“Questa iniziativa pensiamo rappresenti in modo molto profondo l’intenzione dell’Autorità Portuale di vivere la trasformazione del Porto Vecchio e del territorio urbano – ha detto Sommariva – .Il Terzo Paradiso, il “noi”, è una parola molto bella ed efficace per ribadire “siamo insieme” e collaboriamo affinchè il Porto Vecchio, ma anche il Porto Nuovo, sia visto come un tutt’uno tra la città e il territorio. Il Porto inteso come la porta di Trieste verso il mondo. Il futuro della città anche attraverso l’arte, può essere un momento significativo di questa fase storica”.
“Viviamo un periodo di passaggio epocale – ha evidenziato Canelles – in cui un sogno comune si sta realizzando anche attraverso le ‘visioni’ di giovani artisti che interpretano il Terzo Paradiso utilizzando l’arte non come punto di arrivo ma come strumento. La Commissione preposta (composta da Michelangelo Pistoletto, Maria Rosa Sossai, Ryts Monet, Alessandro Sambini, Giulio Polita, Manuel Fanni Canelles, Francesca Lazzarini, Manuela Sedmach) sta valutando le opere (circa 20) degli artisti che saranno ufficialmente presentate da Michelangelo Pistoletto nella giornata di giovedì 1° ottobre, alle 18.30, al Salone degli Incanti. Mentre il giorno seguente, venerdì’ 2 ottobre, dalle 10 alle 12, alla Centrale Idrodinamica sono previsti laboratori artistico- didattici con i bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado e la creazione del Terzo Paradiso”.
“E’ un piacere poter contribuire a questa significativa iniziativa quale ulteriore tassello per rafforzare la lettura del bello e del creativo, con la quale si è voluto portare l’integrazione all’interno di un cambiamento epocale – ha rilevato Grim -. Soltanto attraverso un vera integrazione di comunità potremo guardare al futuro in modo positivo. A tale proposito abbiamo voluto far partecipare i bambini, su cui concentriamo da anni le numerose attività educative, proprio perchè piccoli cittadini e veri protagonisti del futuro”.
“Il Comune di Trieste, mediante questo progetto di Pistoletto nella sua tappa triestina – ha affermato Tassinari – vuole mettere in evidenza il rapporto fra Porto Vecchio e la città. E lo fa mettendo in luce due luoghi-simbolo della città: la centrale idrodinamica, polo museale del Porto e della sua nuova epoca e l’ex-Pescheria, una sorta di ‘basilica laica’ con i suoi nuovi contenuti e attività. Due poli museali strategici per la rilettura della vita della città”.

MICHELANGELO PISTOLETTO, nasce a Biella (1933). E’ tra gli artisti italiani viventi più rappresentativi a livello internazionale. Le sue opere sono presenti nelle collezioni dei maggiori musei d’arte moderna e contemporanea, anche mediante installazioni di grande formato negli spazi pubblici. Affronta nei suoi lavori i temi dell’Europa e del Mediterraneo nelle loro risorse e contraddizioni, anche attraverso installazioni monumentali. Temi che coinvolgono la nostra regione, la sua costa, il suo capoluogo. L’artista presenta alla Biennale di Venezia nel 2003 il progetto del Terzo Paradiso, dalla forte connotazione di impegno sociale e che in seguito assume una dimensione collettiva e planetaria. Scrive il manifesto e disegna il simbolo del Terzo Paradiso, il Nuovo Segno di Infinito – costituito da una riconfonfigirazione del segno matematico dell’infinito -. Tra i due cerchi opposti, assunti a significato di natura e artificio, viene inserito un cerchio centrale, a rappresentare il grembo generativo di Terzo Paradiso, ideale superamento del conflitto distruttivo in cui natira e artificio si trovano nell’attuale società. Il progetto, descritto nel volume “Michelangelo Pistoletto. Il Terzo Paradiso”, a cura di Achille Bonito Oliva, ha ssunto nel tempo una dimensione planetaria. Nell’ottica di questo impegno l’ Aggregazione Giovanile SO FRESH e Spazio5 artecontemporanea hanno promosso il progetto RAFTING TO THE THIRD PARADISE OpenCall internazionale d’arte contemporanea realizzato con l’obiettivo di ripensare l’area del Porto Vecchio di Trieste nella prospettiva culturale delineata dal Maestro. (www.terzoparadiso.org
www.spazio5.net)

Comts/RF