L’UNIONE FA IL FUMETTO

Sabato 2 febbraio 2019 alle ore 11.00, al Salone degli Incanti, sarà svelato il vincitore dell’iniziativa “L’UNIONE FA IL FUMETTO” con una cerimonia alla presenza di Autorità locali.

Sarà presente forse l’Assessore comunale Angela Brandi.

L’obiettivo della manifestazione è promuovere, sul piano locale, cent’anni di attività sportiva, attraverso la conoscenza di chi, dirigenti, allenatori e giocatori, è stato l’artefice dei successi passati e con chi si propone oggi di essere l’artefice di nuovi successi.

Il messaggio di queste celebrazioni non vuole essere solo una mera riproduzione di formazioni, squadre, allenatori che si sono succeduti in 100 anni di storia, bensì come e cosa è successo e cambiato in città, in quei 100 anni di storia.

Il momento centrale dell’evento è rappresentato dalla mostra dedicata ai 100 anni dell’Unione, allestita al Salone degli Incanti e inaugurata il 18 dicembre 2018 – giorno del preliminare per la fusione dei Club FC Trieste e CS Ponziana (18 dicembre 1918) – e che si concluderà il 3 febbraio 2019, per ricordare la medesima giornata del 1919 dell’accordo definitivo da cui è nata ufficialmente la US Triestina.
Promotori dell’evento sono il Comitato “Unione”, i cui soci costitutivi sono la U. S. Triestina Calcio 1918, il Centro Coordinamento Triestina Club e la Curva Furlan, e il Comune di Trieste. Al Comune viene riconosciuto il ruolo centrale nell’allestimento della mostra e nei rapporti con gli altri Enti Istituzionali coinvolti, mentre al Comitato viene delegato il compito dell’organizzazione di eventi collaterali che racconteranno la storia dei primi 100 anni di vita dell’Unione Sportiva Triestina (convegni, spettacoli teatrali, visite guidate, ecc.).

Tra gli eventi collaterali, significative sono le due collaborazioni, quella con il Circolo Fotografico Triestino, il concorso internazionale Andrea Pollitzer con due temi: “L’Unione in Foto”, e, “Lo Sport tra Benessere e FairPlay “ e quella con il Liceo Artistico Statale “Enrico e Umberto Nordio” che assieme alla Scuola del Fumetto “Grafite” di Trieste, realizza storie a fumetti che raccontano attraverso il disegno, un secolo di “ Triestina”.

Il progetto “ L’UNIONE FA IL FUMETTO” nasce nelle aule di via Calvola, dove sono stati coinvolti circa 40 studenti e studentesse delle classi 3B, 3C, 3D, 4C, 5B molto motivati e curiosi che hanno formato un gruppo eterogeneo di alunni provenienti da classi diverse, per relazionarsi e crescere nell’apprendimento, coordinati dai docenti Luigi Leaci che insegna discipline pittoriche e Manuela Cerebuch laboratorio design moda (entrambi
tutor scolastici alternanza scuola lavoro ). Un laboratorio sperimentale, che si attua da diversi anni, con obiettivi importanti, basato sull’approfondimento del disegno e lo scambio di idee, confronto e condivisione tra ragazzi di diverse età.

La collaborazione con il territorio, da sempre attuata dalla nostra scuola, viene approfondita grazie alla metodologia didattica in alternanza scuola – lavoro che permette di poter declinare conoscenze e competenze imparate a scuola, allargando ed approfondendo il sapere determinato dall’apporto di tutte le discipline, fortificando il percorso formativo che la caratterizza grazie ad esperienze in ambito lavorativo.

Il disegno è conoscenza trasversale, la comunicazione visiva per gli studenti del Liceo Artistico E.e U. Nordio è “argomento quotidiano”, e con la collaborazione e intervento tecnico di Paola Ramella nota fumettista,  ondatrice assieme a Raimondo Pasini della scuola di disegno “ GRAFITE” , a novembre ha avuto inizio il percorso, inserito nell’appuntamento settimanale , che nella sua prima fase ha previsto due incontri con lo storico Roberto Spazzali, che ha ampiamente raccontato ai ragazzi e ragazze, come,  lungo questi dieci decenni, abbia avuto nascita e compimento, la storia della “Triestina Calcio”, aiutandoli ad inquadrare i periodi e gli accadimenti che hanno contraddistinto i vari anni, caratterizzando l’analisi anche da un punto di vista letterario, rimarcando l’interdisciplinarietà del progetto, ricordando tra i tanti fatti e personaggi che il poeta triestino Umberto Saba venne ispirato dalle sue frequentazioni allo stadio di Valmaura per comporre cinque poesie: Goal, Squadra paesana, Tredicesima partita, Fanciulli allo stadio e Tre momenti, dedicate al gioco del calcio e, di fatto, ispirate dalle gare della Triestina della quale si scoprì tifoso dopo aver assistito per la prima volta ad un match in compagnia della figlia.

La visita degli uffici della Triestina Calcio e dello stadio Nereo Rocco, accompagnati dai loro insegnanti e da Giorgio Dellavalle Presidente del “Comitato Unione”, Sergio Marassi e Romina Milanese, Lorenzo Campanaro e alcuni tifosi affezionati, hanno contribuito ad arricchire conoscenze alle quali potersi ispirare per l’ideazione delle storie che individualmente oppure in gruppo, i giovani studenti del Liceo Nordio hanno poi saputo proporre, creare e disegnare.

La motivazione al fare, è stata il motore trainante, il desiderio di esserci, di poter realizzare la propria idea, e quindi quello che più li aveva colpiti durante la prima fase del progetto, tutto scandito secondo la metodologia professionale, analisi ed individuazione della storia, storyboard, sceneggiatura, regia, il tutto in tre tavole, con una scadenza precisa, sono stati la sfida alla quale non sottrarsi.

Il disegno coinvolge…, li ha accompagnati anche durante le vacanze di Natale, impegnandoli nell’ultimare il loro elaborato, sino a quando si sono ritrovati, il 3 gennaio u.s., per la definizione, le ultime correzioni, nell’aula di scuola, assieme agli insegnanti e alla professionista, dimostrando che l’impegno dei giovani, se stimolato e sorretto da fiducia, ascolto, coinvolgimento, producono responsabilità contribuendo alla maturazione e crescita . La creatività , accompagnata dalle conoscenze trasversali che contraddistinguono l’offerta formativa del liceo artistico, sono stati la chiave di questi due mesi di incontri pomeridiani, ed hanno fatto sì che tante storie, uniche ed originali, abbiano preso vita e si siano concretizzate attraverso forme e parole, vignette che raccontano di fatti accaduti ma che immaginano anche la festeggiata squadra “Centenaria” in una proiezione futura, grazie all’entusiasmo di giovani allievi.

Lo Sport e l’Arte, protagonisti, attraverso l’interpretazione di allievi e allieve, contribuiscono a raccontare l’amore dei triestini per il calcio e la loro squadra del cuore, attraverso un “fil rouge” di eventi , vissuti da tifosi, calciatori, cittadini, poeti, scrittori, imprenditori.
L’allestimento e l’inaugurazione “ufficiale” delle opere realizzate dai ragazzi, è avvenuto il 7 gennaio scorso, con la partecipazione degli stessi studenti.

Sabato 2 febbraio p.v. alle ore 11.00 sarà svelato il vincitore del concorso legato a questa collaborazione con una cerimonia alla presenza di Autorità locali.

La Dirigente Scolastica, dott.ssa Jasmin Nonis, esprime soddisfazione per il progetto che unisce la scuola al territorio, ed inserisce il Liceo E. e U. Nordio nelle celebrazioni ed eventi del fitto calendario organizzato dal Comitato “Unione”.

Manuela Cerebuch
Docente FS Area 2 – Orientamento / Collegamento con il territorio
Tutor Scolastico Alternanza Scuola Lavoro
Liceo Artistico Enrico e Umberto Nordio
Trieste