Le grandi Esposizioni universali sono da sempre una vetrina sul mondo: opportunità di confronto e indici preziosi del grado di sviluppo dei paesi espositori, con la loro ricchezza di invenzioni e vere e proprie mirabilia. Anche agli istituti di previdenza era riservato un posto in queste manifestazioni nazionali e internazionali, per l’importante ruolo svolto nella vita economica, e in quest’ottica le assicurazioni erano naturalmente interessate a pubblicizzare nel modo più attrattivo possibile la propria offerta. Le Generali parteciparono a diverse esposizioni, direttamente o attraverso società del Gruppo. La prima adesione fu nel 1881, all’Esposizione industriale italiana di Milano, alla quale fecero seguito quelle di Torino del 1884 e del 1898, dove venne presentato l’avanguardistico distributore automatico di polizze dell’Anonima Infortuni; ci furono poi l’Esposizione universale di Parigi di inizio secolo e quella internazionale di Milano del 1906. Di quelle partecipazioni, che fruttarono alla Compagnia l’importante riconoscimento di primo operatore assicurativo nell’Impero e in Italia, rimangono nell’Archivio Storico delle Assicurazioni Generali diverse Memorie, pubblicazioni di pregio, in cui statistiche, dati tecnici e complesse ricerche di scienza assicurativa sono distillate in belle tavole colorate. Un’interessante rassegna che integra quanto esposto nella mostra “La grande Trieste”, organizzata dal Comune di Trieste e promossa con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, della Fondazione CRTrieste e delle Assicurazioni Generali.

Tavole infortuni (1906)
Archivio Storico Assicurazioni Generali, Versamenti

Memorie (1900, 1906)
Archivio Storico Assicurazioni Generali, Versamenti