Sport, videogames e musica di scena a ingresso libero anche sabato 19 e domenica 20 gennnaio 2019 al Salone degli Incanti nell’ambito della mostra “Un secolo di storia di cento primavere” dedicati al centenario della Triestina a cura del Comitato “Unione”.

Sabato e domenica, dalle ore 10.00 alle ore 19.00, appuntamento con i videogame calcistici del Team 12 Bit e ben
15 postazioni liberamente giocabili,
tutte dedicate allo sport più amato dagli Italiani.

Si
va dai
primi titoli calcistici su Commodore 64, Amiga 500, Intellivision e Atari 2600, dove
l’immaginazione e la fantasia dei giocatori dovevano colmare le lacune tecniche
di titoli formati da pochi pixel, alle prime convincenti trasposizioni su
Nintendo NES, Super Nintendo e Megadrive,
fino a giungere alle realistiche simulazioni degli anni Duemila su
PlayStation 2 e GameCube, con

calciatori finalmente riconoscibili nei loro tratti fisionomici fondamentali (in
allegato, le schede con foto del Team 12 Bit).

Sabato
19 gennaio alle ore 12.00 si terrà un convegno sul Retrogaming con una
conferenza sulla Storia del Calcio videoludico.
Alle ore 15 (sia sabato che domenica) avrà luogo il Torneo di videogiochi organizzato da 12 Bit Team Retrogaming.

Alle 18.00, terzo tempo di Triestina-Rimini al Salone degli Incanti e alle ore 20.30 sul palco dell’ex Pescheria saliranno I Soliti Pooh, tribute band dei Pooh composta da Rino Luce alla chitarra e voce, Emilio Cutrara percussioni e voce, Alessandro Claut chitarra e voce, Cenzy Luce basso e voce e Stefano Gasperini, tastiere e voce per dare vita a un peertroio che racchiude tutto il meglio della produzione dei Pooh, da Piccola Katy a Parsifal, da Chi fermerà la musica a Uomini soli. E’ possibile cenare prenotando al 3478504329.

Ogni
sabato
mattina alle 10 e alle 12 e ogni domenica alle 10 al Salone degli Incanti verrà proiettato il docu-film “U.S. Triestina Calcio – 100 anni di storia alabardata” realizzato da Dario Roccavini.

La
mostra “Un
secolo di storia di cento primavere” resterà aperta fino al 3 febbraio
con i seguenti orari
da lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 23.00

sabato e domenica dalle 10.00 alle 24.00
ingresso
libero

Il team 12 Bit pronto a fare gol al Salone degli Incanti il
19 e 20 gennaio.

Retrogaming:
una parola che indica l’amore per i videogiochi del passato. Il gruppo 12 Bit, nato a
Trieste nel 2015, si occupa proprio di questo:
divulgare la passione per i vecchi videogiochi
facendo giocare liberamente le persone agli eventi cui
prende parte.
E quando si parla di passione, di tifo, inteso nell’accezione
sana del termine, di certo la mente vola
subito allo sport ed al
calcio in particolare. Ecco allora che il connubio tra l’Unione Sportiva
Triestina, che festeggia
in questi giorni il Centenario, e i 12 Bit appare naturale e vincente.
Al
Salone degli Incanti di Trieste, dove in questi giorni è presente l’esaustiva mostra che celebra i
Cento Anni dell’Unione Sportiva Triestina, organizzata
dal Comitato Unione in collaborazione con il
Comune di Trieste, i 12 Bit allieteranno i visitatori nel
week-end del 19-20 gennaio 2019 con
15
postazioni liberamente giocabili,
tutte dedicate allo sport più amato dagli Italiani.

Dai primi titoli calcistici su
Commodore 64, Amiga 500, Intellivision e Atari 2600, dove
l’immaginazione e la fantasia dei giocatori dovevano colmare
le lacune tecniche di titoli formati da
pochi pixel, alle prime convincenti trasposizioni su
Nintendo NES, Super Nintendo e Megadrive,
fino a giungere alle realistiche simulazioni degli anni
Duemila su PlayStation 2 e GameCube, con
calciatori finalmente riconoscibili nei loro tratti fisionomici
fondamentali: un viaggio/percorso di circa
vent’anni che corre tra sei diverse generazioni di macchine
e che accompagna il visitatore
nell’evoluzione di questo media di intrattenimento per
cercare di coglierne le più intriganti
sfaccettature.
Che si tratti di simulazioni estremamente realistiche o di titoli fantasiosi
e
scanzonati per tutta la famiglia, gli ospiti potranno cimentarsi
in lunghe partite sulle quindici
macchine disponibili per sfidarsi, divertirsi, riscoprire
emozioni dimenticate e tornare nuovamente
bambini.
Previsti due tornei con iscrizione gratuita (uno per giornata,
ISS Deluxe su Super Nintendo e
Mario Smash Football
su GameCube) e premi ufficiali dell’Unione Sportiva Triestina offerti dal
Comitato Unione.
Non solo gioco, comunque, ma anche
tanto spazio per la divulgazione, con schede informative
ricche e dettagliate che ripercorrono l’evoluzione delle
simulazioni calcistiche e la presenza
dell’Unione Sportiva Triestina nei videogiochi di calcio,
una conferenza sulla Storia del Calcio
videoludico sabato 19 gennaio 2019 alle ore 12:00
e ovviamente la possibilità di visitare l’intera
mostra della Triestina: foto, cimeli, curiosità, eventi,
documentari e uno sguardo globale alla Trieste
sportiva degli ultimi cento anni.
Appuntamento dunque imperdibile con il team 12 Bit e la
Mostra dell’Unione Sportiva Triestina:
sabato 19 gennaio e domenica
20 gennaio 2019 dalle ore 10:00 alle ore 19:00, presso il
Salone degli Incanti di Trieste, Riva
Nazario Sauro 1. Divertimento garantito.

12 Bit Retrogaming

Il gruppo
12 Bit Retrogaming nasce a Trieste nel 2015. La sua mission
è quella di divulgare l’amore per il retrogaming facendo giocare liberamente le persone agli eventi cui prende parte. I membri del team mettono la loro competenza e la loro passione al servizio di tutti coloro che vogliono vivere,
rivivere e (ri)scoprire il fascino del retrogaming. Nel 2018 il gruppo 12 Bit ha partecipato con grande riscontro di pubblico al Far East Festival di Udine, al Frogbyte e al Naoniscon di Pordenone, al Dolomity Fantasy di Trichiana, alla Game Fortress III di
Palmanova, al Mini Maker Faire di Trieste, al Monfalcomics di Monfalcone e al Città Fiera Comic Convention di Udine, affermandosi come una delle principali realtà di retrogaming del Triveneto. Il 2019 comincerà subito con il botto: grazie alla collaborazione
con il Comitato Unione, nell’ambito della manifestazione che festeggia il Centenario dell’Unione Sportiva Triestina i 12 Bit presenteranno un ricco stand al Salone degli Incanti di Trieste (weekend del 19/20 gennaio): per il team triestino si tratta di un
ritorno importante nella città natia dopo i successi ottenuti in patria con le ultime edizioni di Fumetti per Gioco e Trieste Mini Maker Faire. Attraverso schede divulgative, goliardici quiz musicali, simpatici tornei e, soprattutto, postazioni di gioco da
provare gratuitamente, nello stand del team 12 Bit sarà possibile immergersi nel fascino del videogioco del passato e ripercorrere l’evoluzione dei giochi di calcio: dai primi titoli per Intellivision e Atari 2600, dove i pixel lasciavano spazio alla creatività
e all’immaginazione, fino alle precise simulazioni dei tempi moderni, così realistiche da diventare la base di una nuova disciplina sportiva: l’e-sport. Ce ne sarà davvero per tutti i gusti: arcade e simulazione, realismo e fantasia, sfide serrate e divertimento.
Con un unico comune denominatore: la passione per il videogioco unita a quella per il calcio. Scendendo nel dettaglio: 15 postazioni liberamente giocabili, formate da Atari 2600, Mattel Intellivision, Nintendo NES, Super Nintendo, Sega Master System, Sega
Mega Drive, Nintendo 64, Sega Saturn, Sega Dreamcast, Nintendo GameCube, Sony Playstation 1 e 2, oltre ad un’area retro-computing attrezzata con Commodore 64 Mini (edizione miniaturizzata del leggendario Commodore 64), Armiga (versione moderna del mitico Amiga
500) e Spectrum Vega (riproduzione dello Spectrum ZX Sinclair). Su tutte queste macchine gireranno contemporaneamente i giochi di calcio che hanno lasciato un’impronta indelebile nel mondo dei Videogiochi: Sensible Soccer, Tecmo World Soccer, Virtua Striker,
Super Sidekicks, Hat Trick Hero, International Superstar Soccer Deluxe. Senza dimenticare ovviamente i capitoli più significativi di FIFA e PES. Previsti anche due tornei: uno, più serio, si svolgerà nel pomeriggio del sabato e vedrà i giocatori sfidarsi ad
ISS Deluxe su Super Nintendo; l’altro, più goliardico, avrà luogo nel pomeriggio della domenica e proporrà una dinamica quanto imprevedibile sfida a Mario Smash Football su GameCube. Iscrizione gratuita e premi ufficiali della Triestina offerti dal Comitato
Unione. Prevista infine una Conferenza sul palco sabato 19 gennaio alle ore 12:00, dove i 12 Bit, coinvolgendo il pubblico, ripercorreranno l’evoluzione dei giochi di calcio, dalle Pong Machine alle simulazioni iper-realistiche dei giorni nostri che sono alla
base dei Campionati di e-sport.

“E’ un grandissimo onore presenziare
a questa bellissima manifestazione” afferma Mario Valastro, Presidente del team 12 Bit, “Molti di noi, oltre ad essere appassionati videogiocatori, sono grandi tifosi di calcio e seguono con affetto le vicende dell’Unione e di tutte le altre realtà sportive
triestine, come l’Alma, la Pallanuoto Trieste e la Pallamano Trieste. Siamo peraltro convinti che calcio e videogiochi possano andare a braccetto per parlare al cuore delle gente e recapitare messaggi positivi come l’amore per lo sport, l’interesse per le
attività ricreative svolte in gruppo e la bellezza di un tifo sano, pulito. Noi ci rivolgiamo anche e soprattutto alle famiglie: ci piace vedere i genitori che giocano con i figli, i nipoti che spiegano il funzionamento di un gioco ai loro nonni, gli adulti
che riscoprono il loro bambino interiore di fronte ai giochi della loro infanzia e le persone che si incontrano e fanno amicizia davanti ad un joypad. Il videogioco è per noi uno strumento capace di unire gli individui e non un pericolo che conduce all’isolamento,
come talvolta viene erroneamente descritto. Amiamo un clima sereno, familiare, salubre. E auspichiamo che questo possa essere respirato in tutti gli stadi e in tutti i palazzetti d’Italia.”
Continua Valastro: “Ci teniamo a ringraziare il Comitato Unione, nelle persone di Giorgio della Valle e Lorenzo Campanale, che ci ha dato questa opportunità. Un grandissimo grazie anche al nostro socio fondatore Daniele De Bortoli,
che ha coordinato l’organizzazione di questo evento. Vi aspettiamo numerosi nel corso del week-end del 19-20 gennaio: crediamo sia una grandissima occasione per divertirci insieme, scambiare quattro chiacchiere, stringere nuove amicizie e passare allegramente
un fine settimana. E naturalmente sempre Forza Unione!”. 12 Bit – Gruppo Retrogaming di Trieste: conoscere, scoprire, vivere e divertirsi con le emozioni dei grandi videogiochi che hanno fatto la Storia.

Biografia I Soliti Pooh

Siamo una tribute band dei Pooh composta da Rino Luce alla chitarra e voce , Emilio Cutrara percussioni e voce, Alessandro Claut chitarra e voce, Cenzy Luce basso e voce e Stefano Gasperini, tastiere e voce; pur provenendo quasi tutti da generi musicali diversi – chi dal Metal chi dalla new wave – un giorno di 4 anni fa Rino, Emy, Sandro e Cenzy si trovarono in un box nel giardino della falegnameria della famiglia Luce e lo adibirono a sala prove ( il nostro attuale “buso” del mercoledì sera). Dopo qualche mese alla ricerca di un tastierista Emilio contattò l’amico Stefano che inizialmente rifiutò a causa di altri impegni poi, però si rifece vivo ed accettò l’invito.
Rino, Emilio, Sandro e Cenzy sono dei veri appassionati dei Pooh e da giovani aiutavano i service della zona ad allestire i loro palchi, Stefano è l’unico che li conosceva in modo marginale (era ed è tutt’ora appassionato di Depeche Mode, Ultravox, Rockets, Marillion). Emilio, il batterista, è la voce più penetrante del gruppo, molto simile a quella di Roby Facchinetti, Rino ex batterista e attuale chitarrista fa le veci vocali di Red Canzian e Dodi Battaglia, Sandro è il Riccardo Fogli della situazione, Cenzy un gran bassista e gran lavoratore e Stefano, il tastierista, il motore e organizzatore degli eventi esterni.
Da qui l’idea di allestire una cover band dei Pooh dando comunque un’interpretazione un po’ rockeggiante al loro classico repertorio. Nel 2015 e nel 2017 abbiamo creato 2 spettacoli di beneficenza a favore di Astro (Associazione triestina ospedaliera per il sorriso dei bambini onlus) 1 a favore di Aisla (associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica) ed uno a favore di Save the children per l’allestimento delle strutture di emergenza durante il terremoto di Amatrice e poi l’1 settembre scorso uno a favore di AGMEN FVG organizzato dall’associazione no profit ” Non solo Rozzol”.
Dedichiamo al nostro pubblico, che quest’anno è diventato molto numeroso (all’ evento del 17 agosto a Porto San Rocco abbiamo registrato più di 1000 presenze) prevalentemente i sabati sera per esigenze lavoarative, ma a volte è capitato di suonare anche durante la settimana (vedi piazza di Umago un mercoledì dell’estate 2017 grazie ad Ariella Petelin e a Fabrizio Somma (Unipop) con l’organizzazione dalla Good Vibration).